Francesco Giorgino: un grandissimo “colpo” | Quello che i cronisti non hanno raccontato

Francesco Giorgino è al centro delle cronache per le sue ultime vicende professionali. Ma i suoi grandissimi colpi continuano lontano dagli occhi indiscreti dei cronisti.

Francesco Giorgino è uno di quei volti che la prima volta che li vedi passano quasi inosservati, diventano familiari. E poi, giorno dopo giorno, ti accorgi che hanno cambiato tutto. Così è successo alla presenza al TG1 di Francesco Giorgino. Forse pochi sono in grado di ricordare la prima volta in cui l’hanno vista apparire alla scrivania della “corazzata” di Mamma Rai. Quel posto da cui hanno regnato i principi del giornalismo italiano, che è stato conteso da correnti e partiti. Quella scrivania è stata il punto di equilibrio, di scontro e di garanzia di tutte le Repubbliche che si sono succedute (se siamo nella Seconda, nella Terza o nella Quarta, è cosa su cui gli esperti devono ancora raggiungere un accordo).

D’accordo, di quel TG1 Giorgino non è mai stato direttore. Ma è stato certamente il volto più familiare. Al punto che è difficile immaginare il notiziario del principale 

canale Rai con una faccia diversa, ora che la separazione è ormai cosa fatta.

Lontano dal clamore, il “colpo” di Giorgino

Eppure c’è un altro Giorgino, meno famoso, meno raccontato. Ma non meno appassionato di quello che per 30 anni è stato l’anima e il volto del TG1. È’ il Giorgino tennista. Non lo troverete nella sua biografia ufficiale, né nella miriade di articoli che in questi giorni gli vengono dedicati. 

Francesco Giorgino nella sua vita privata è un grande appassionato di tennis, un ottimo giocatore e persino un docente della Federazione Italiana Tennis. Un uomo che ha messo il tennis al centro della sua filosofia di vita e che ne ha fatto un modello anche per i suoi successi professionali.

In un’intervista a Tennis Circus, Giorgino ha voluto ricordare una frase che lo ispira: “nel tennis, come nella vita, è la regolarità a farti vincere”. Un aforisma creato da lui stesso, a testimonianza di come parole e sport, giornalismo e tennis siano indivisibili per lui: due facce dello stesso successo.

La passione del tennis gli è nata da giovanissimo. Come succede a molti, i primi duri impegni del lavoro hanno avuto la meglio. E Giorgino ha riscoperto il tennis in età adulta, quando la passione gli è “esplosa dentro come un vulcano”, per usare ancora le sue parole.

Una passione che brucia, con due ore al giorno di allenamento, tutti i giorni. E un durissimo esame superato alla Federazione Italiana Tennis per diventare istruttore. 

Ma che tipo di giocatore è Francesco Giorgino? Lui si definisce un “attaccante da fondo campo”, ovvero un giocatore che non punta tanto allo spettacolo, alla sorpresa, alla trovata estemporanea. Quanto alla distruzione metodica dell’avversario, colpo dopo colpo. Un uomo della scuola di Bjorn Borg.

Forse, alla sua carriera di giornalista Rai è mancato solo l’incarico di direttore. Talvolta sussurrato, mai avverato. Anche al Giorgino tennista manca qualcosa? 

Francesco Giorgino impegnato a macinare un avversario da fondo campo | Web Source

Qualcosa sì: una classifica di prestigio nei tornei Fit. “Non ho molto tempo da dedicare ai tornei, mi piacerebbe salire un po’”. Forse i suoi nuovi incarichi professionali glielo permetteranno. La partita di Giorgino continua colpo dopo colpo, con regolarità.