Cibo eterno | Dopo 3000 anni non è ancora scaduto, ed è buonissimo

Sapete che esiste un cibo che non state mai?  Vi starete chiedendo come sia possibile, ma è proprio così: dopo 3000 si può ancora consumare.

Non solo non scade mai, questo cibo fa molto bene ed è delizioso: capito di cosa si tratta?Sapevate che esiste un cibo che non scade mai?

Scadenza
Data di scadenza: sapevi che c’è un cibo che non ce l’ha? | image Picenosera

Non solo non ha scadenza, ma è anche buonissimo infatti lo possiamo utilizzare in tantissimi modi, sia sul dolce che sul salato. Si tratta di una delle prelibatezze più consumate nel mondo in assoluto. Perfetto a colazione, pranzo e cena. Ma avete capito di cosa parliamo?

Il cibo che non scade mai esiste

Esiste questo cibo, se avete seguito le indicazioni avete anche capito che stiamo parlando del miele. Ma vediamo perché è considerato un cibo eterno e come fa a rimanere sempre buono anche dopo 3.000 anni. Si dice che il miele trovato nelle tombe egizie sia ancora buono tanto che qualcuno ha definito questo cibo l’elisir della giovinezza. Dunque la data che troviamo sul barattolo non è vera? Il giorno in cui scopriamo che il miele è scaduto quindi è semplicemente quando leggiamo la data di scadenza che crediamo che quel prodotto non sia più buono, ma qual è la verità? Quindi quanto dura il miele? E cosa succede se lo mangiamo dopo la data di scadenza?

Il miele scade?

A dare una spiegazione ci ha pensato la biologa nutrizionista Chiara Usai. Secondo le sue parole ci pare proprio di capire che il miele sia davvero un cibo eterno. Vediamo perché: “Esiste questo mito del miele che non si guasta mai perché la storia dell’anfora di miele trovata in una tomba egizia è vera. In effetti, il fatto che non abbia una vera e propria scadenza dipende dalla sua struttura chimica: un contenuto ridotto di acqua, in genere tra il 16 e il 18%, e ha un elevato contenuto in zuccheri. Questo lo rende un alimento molto stabile e difficilmente attaccabile dai lieviti”. E quindi? Il miele è sempre buono anche dopo la scadenza?

miele
Dopo 3000 anni non è ancora scaduto, ed è buonissimo| Foto Canva

La biologa dice: se conservato bene ovvero a 20 gradi, al buio e senza alimenti con forti odori vicino, può essere per sempre buono. “Quello che però può succedere è che il miele invecchi. Questo può accadere a causa delle temperature elevate o per l’esposizione alla luce diretta, ma quando succede, il miele non diventa né nocivo, né tossico: perde solo le sue caratteristiche organolettiche“. La data che troviamo sui barattoli quindi indica il tempo entro il quale è garantito che il miele conserverà le sue proprietà. Solitamente due anni.