Casa Bianca: più importante del Presidente | Nessuno è stato fotografato quanto lui

La Casa Bianca è la residenza del potere più importante al mondo. Sede tradizionale dei Presidenti degli Stati Uniti, cela al suo interno tanti segreti. Oltre alla famiglia del Presidente in carica per 4 anni, l’edificio è frequentato da centinaia di persone che vi lavorano. Ma in passato c’è stato qualcuno che tra quelle mura ha condotto una vita beata. Ecco chi.

Tutto risale al periodo della presidenza di Bill Clinton, quando la Casa Bianca era abitava anche da sua moglie Hillary e dalla figlia Chelsea. Clinton è stato il 42° presidente degli Stati Uniti, eletto per due volte consecutive, quindi ricoprendo la prestigiosa carica del 1993 e il 2001.

Il gattino del presidente
Il gattino del presidente – Fb web source

Come i Capi di Stato a stelle e strisce prima di lui, anche Clinton ha continuato la tradizione di fare una certa cosa una volta arrivato alla Casa Bianca. Con ciò non ci si riferisce certo alle vicende dello scandalo sessuale in cui è rimasto invischiato con la stagista Monica Lewinsky, e per il quale è passato alla storia. No, in questo caso nulla di così scottante, anche se un pò “graffiante” sì.

Casa Bianca: è stato più importante del Presidente

Si accennava prima al fatto che anche durante la presidenza Clinton, la Casa Bianca è stata la residenza di qualcuno che lì ha vissuto come un pascià. Stiamo parlando di un gatto di potere. Analogamente al suo padrone, anche Socks è stato osannato e ripreso come una star. Inoltre è stato l’unico animale domestico ad essere fotografato nella sala stampa della White House. Il suo arrivo nella famiglia Clinton risale al 1989, quando sembrerebbe aver fatto di tutto per incontrare Chelsea. Successe infatti che mentre la figlia del futuro presidente uscisse da casa del suo insegnante di piano, Socks (che ancora non si chiamava così) zompasse addosso alla giovane. Il divo a 4 zampe era di razza tuxedo, grigio, nero e bianco. E’ rimasto così impresso nella memoria dei Clinton, che Hillary volle dedicargli un libro. Durante il suo soggiorno alla Casa Bianca, Socks (calzini, per via delle sue zampette bianche) è stato affidato alle cure della segretaria di Bill, ovvero Betty Currie. E ci sarebbe da scommettere che si sia trovato benissimo.

Addio alla Casa Bianca e ai Clinton

Alla scadenza dei periodo della seconda presidenza di Bill Clinton, anche Sochs andò incontro a grandi cambiamenti. Infatti il suo destino si separò da quello della famiglia Clinton e rimase con la segretaria Betty Currie.

Il gattino del presidente
Il gattino del presidente – Fb web source

L’accaduto suscitò aspre critiche nei confronti di Hillary, rea per larga parte dell’opinione pubblica di averlo abbandonato. Del gattino non si sa molto di più, ma di certo che sia morto anni più tardi, nel 2009. A darne notizia tutta la stampa americana. Segno che Socks era considerato alla stregua di un Presidente.