Alimentazione: cambia tutto | Per stare bene adesso bisogna mangiare così

Una vita sana? Parte tutto dall’alimentazione e i consigli si concentrano sulla dieta da seguire certo, ma anche sul consumo da fare di determinati cibi.

Alimentazione sana e attività fisica, ma non è che c’è qualcosa di più?

Mangiare alimentazione
Per stare bene adesso bisogna mangiare così| Foto Canva

Tutto quello che avevate sempre pensato di sapere sull’alimentazione da oggi cambia. Cosa vuol dire? Le raccomandazioni su cosa bisognerebbe mangiare, e cosa no, sono decisamente chiare e sono linee guida che tutti dovremmo seguire per stare al meglio.

Alimentazione sana: cosa mangiare e cosa no

Il primo passo che dobbiamo fare per avere un’alimentazione più sana possibile riguarda il consume di carne rossa e bianca. La prima raccomandazione è “di ridurre il consumo di carne fino a un massimo di tre volte a settimana, preferibilmente pollo o coniglio, e di svolgere tra 150 e 300 minuti di attività fisica, nello stesso periodo”. Queste linee guida fanno parte die consigli dell’Aesan ovvero l’Agenzia spagnola per la sicurezza alimentare. Fino al 2019 si teneva ferma su alcune considerazioni, ma da oggi cambia tutto.

Cosa cambia con l’alimentazione?

Un ulteriore cambiamento, come infatti riporta Il Pais, riguarda il consiglio di consuma alimenti freschi e non solo lavorati e di predilige le proteine vegetali rispetto a quelle animali. Questo non riguarda più solo una questione fisica, ma anche e soprattuto l’impatto ambientale del Cino. Come riporta la coordinatrice del rapporto dell’Aesan infatti: “I legumi sono il gruppo alimentare che ne contiene di più e la quantità di assunzione suggerita è aumentata: se nel 2019 era di consumarne da due a quattro porzioni a settimana, ora si parla di un minimo di quattro a settimana, ma “idealmente dovrebbe essere aumentata a una al giorno”.

Alimentazione nuova
Alimentazione: cambia tutto | Foto Canva

Altro alimento da considerare il pole position è il pesce infatti se prima si consigliava di consumarlo due volte a settimana, adesso il consiglio è di mangiare pesce per tre volte la settimana ovvero prediligere il pesce azzurro, il salmone e il tonno rispetto a quello bianco come merluzzo e orata. Anche l’assunzione delle uova è fondamentale: devono passare a 4 volte la settimana soprattutto in fasi della vita come la gravidanza, l’allattamento, ma anche l’invecchiamento. Ridurre drasticamente latte e latticini: massimo tre volte a settimana e senza zuccheri aggiunti e con pico sale. Ovviamente frutta e verdura sono al primo posto con 5 porzioni al giorni in totale. Bene anche la frutta secca come le noci. Fondamentale, come sempre, l‘attività fisica.