Crisi Juve: Fabio Capello, la soluzione che sorprende tutti | Ritorno al passato

A seguito della profonda crisi che sta attraversando la Juve, interviene Fabio Capello. L’ex ct bianconero dice la sua sulla direzione di marcia che deve intraprendere Allegri per risalire la china. Un drastico ritorno al passato: ecco quale.

Fabio Capello - Ansa
Juve in profonda crisi – Ansa

La sconfitta col Benfica ha toccato tutti i nervi scoperti della Juventus. A quanto pare la ricetta di mister Allegri stenta a produrre gli effetti desiderati. Solo due vittorie in otto partite da quando è cominciata la stagione, e zero punti in Champions League. Una profonda crisi che non può essere soltanto spiegata con l’assenza di importanti giocatori fuori uso per problemi tecnici. Il gioco non decolla e la squadra non sembra sicura di sé in campo. Tanto più che iniziano a girare voci di una possibile defenestrazione di Massimiliano Allegri. Il tecnico livornese è legato alla Juve fino al 2025 a 9 milioni a stagione.

La Juve alla prova del 9

La linea del Piave per la Juventus è segnata contro il Monza. Se nella prossima sfida il team bianconero dovesse capitolare, in quel caso anche Allegri potrebbe farne le spese. Per salvare il salvabile si fanno già i nomi di De Zerbi, Tuchel e Pochettino. L’ipotesi Zidane resta al momento molto complicata. L’ex campione di Juve e Real Madrid potrebbe sedere sulla panchina nella nazionale francese. Di certo in questo momento alla Juve serve uno scossone. Una rivoluzione capace di invertire la rotta di marcia e tornare ai livelli che le spettano. In proposito si è anche espresso uno che di calcio ne capisce qualcosa: Fabio Capello.

La cura proposta da Fabio Capello

A margine dello smarrimento che sta attraversando la Juve, interviene Fabio Capello. L’ex tecnico punta il dito sulle scelte di Massimiliano Allegri e suggerisce la strada da imboccare per migliorare la situazione.
“La Juve non può giocare in questa maniera. Allegri deve fare qualcosa in più, non il battutista, deve rimettersi a lavorare per tirare fuori quel qualcosa in più dalla squadra e tornare a vincere – commenta Capello, che poi aggiunge – La Juventus va a momenti, non si capisce cosa voglia fare”.

Juve Benfica
Juve in profonda crisi – Fb web source

Ma non è tutto. L’ex stratega di Milan e Juve dichiara pure di non comprendere alcuni atteggiamenti del tecnico bianconero: “Se dici che la partita che conta è quella contro il Benfica perché non schieri Vlahovic a Firenze? Non capisco. Comunque con tutte le critiche che sta ricevendo la Juve è a due punti dal primo posto. Chissà dove sarebbe se giocasse bene”. Infine chiosa così:
È una squadra ancora da costruire, mancano i giocatori importanti che fanno la differenza. Allegri non ha ancora a disposizione i suoi giocatori”.