Elena Santarelli: “mi sono sentita sporca” | Una lezione per tutte le donne

Elena Santarelli, la bellezza e la forza. La vita e la terribile malattia che ha colpito suo figlio. Una donna, che ha visto la morte ed è tornata alla vita, che ha qualcosa da insegnare a tutte le donne.

Elena Santarelli tragedia
Elena Santarelli, la tragedia e la cattiveria | Instagram

Elena Santarelli, una modella, una presentatrice, una donna di spettacolo, una madre. Soprattutto una donna, che nella sua vita ha combattuto, ha vinto, ha combattuto di nuovo ed ha saputo tornare alla vita. Una latta faticosa, non solo con la tremenda malattia del figlio, ma con un mondo che giudica e non capisce, che non accetta che ci sia vita anche nella sofferenza. Una lotta con un mondo sporco, che invece di sporcare lei l’ha rafforzata.

Elena Santarelli, il personaggio

Nasce a Latina, nel 1981. Ancora giovanissima la sua bellezza stupefacente la trascina verso la carriera di modella. E non una modella qualunque ma una che sfila per Giorgio Armani, Laura Biagiotti, Gai Mattiolo. Una modella che vince il concorso più prestigioso del settore: l’Elite Model Look. Un trionfo che la lancia verso la successione di Valeria Mazza.

Dal modeling alla televisione il passo è brevissimo: la scopre Amadeus, che la vuole ne L’eredità. Approda allo sport, conducendo Stadio Sprint. Poi il salto nel reality, inevitabile: è una delle concorrenti della terza edizione de L’Isola dei Famosi. E da lì in poi le partecipazioni, le conduzioni, le presenze come ospite non si contano più. È diventata una showgirl a tutti gli effetti, uno dei personaggi più ammirati della televisione italiana.

La tragedia del figlio

Parallelamente al suo crescente successo, un terribile dramma si sta consumando nella sua famiglia. Il figlio maggiore Giacomo viene colpito da un gravissimo tumore.  Viene operato, deve seguire un pesantissimo ciclo di terapie, il cui risultato come sempre in questi casi è tutt’altro che scontato. La mamma gli è vicina, sempre, in ogni momento. Ma non per questo decide di smettere a sua volta di vivere. Nel lavoro trova la sua forza e questa scelta le costerà devastanti e incomprensibili critiche, non solo pubbliche, ma anche sussurri insopportabili nella vita privata. Dal parrucchiere sente sussurri maligni. Al dolore che investe la sua vita si aggiunge la cattiveria della gente, di un mondo feroce che giudica senza offrire nessun aiuto. Elena Santarelli soffre, si sente sporca, in colpa e colpita. Da sola, ha raccontato, si gratta lo smalto dalle unghie, sentendosi colpevole per avere preso un pezzo di vita per sé, per avere deciso di vivere nonostante tutto.

Elena Santarelli vita
Elena Santarelli, il ritorno alla vita | Instagram

Sono le amiche mamme, conosciute in ospedale, quelle che i figli li hanno persi a darle la forza di tornare a vivere senza sensi di colpa. “È solo grazie a loro che ho potuto tornare a vivere tutte le mie emozioni e mi sono liberate”. È questo il suo messaggio a tutte le mamme e a tutte le donne che abbiano avuto la disgrazia di vivere un’esperienza come la sua: “Non sentitevi sporche, non sentitevi in colpa, non abbiate paura di tornare a vivere“. Una lezione da meditare e una donna da abbracciare, specialmente oggi che il figlio Giacomo sembra stare meglio, dopo aver sconfitto il suo terribile male.