Elio, il dramma esce dall’ombra | Ecco cos’è successo al “concertozzo”

Negli scorsi mesi il cantante ha parlato per la prima volta della sua battaglia: Elio si è ritrovato a combattere contro un grave disturbo insieme alla sua famiglia.

Elio (fonte web) 27.07.2022-picenosera.net
Elio, il cantante lo sfogo del cantante sulla battaglia che sta affrontando (fonte web)

Il leader del gruppo Elio e le Storie Tese si è confessato raccontando della sua battaglia. Il cantante, da sempre molto riservato sulla sua vita privata, ha parlato del disturbo contro sui sta combattendo insieme alla famiglia.

Nato a Milano nel 1961, Elio (nome d’arte di Stefano Belisari) è salito alla ribalta insieme al suo complesso negli anni ottanta. Il gruppo si è fatto conoscere grazie alle esibizioni in locali come lo Zelig ed il Magia Music Meeting, seguite dalle apparizioni in diverse trasmissioni televisive, tra cui “Zelig” insieme a Claudio Bisio e “Mai dire Gol” con la Gialappa’s Band.

La band è riuscita a conquistare il pubblico più giovane unendo le sonorità rock alla musica demenziale, dando vita ad un nuovo genere che ha diviso la critica. Nel 1996 ha raggiunto una notevole notorietà in seguito alla prima esibizione sul palco di Sanremo. Il gruppo si è classificato al secondo posto con il singolo “La terra dei cachi”, senza mai rinunciare alla sua ironia e ricevendo il premio della critica “Mia Martini”.

La rivelazione del cantante

Come affermato precedentemente, Elio è sempre stato riservato sulla sua vita privata. Tanto da non aver rivelato il suo vero nome (Stefano Belisari) per molti anni, fornendo dei nomi inventati in occasione delle interviste o dei concerti – come “Roberto Gustavini” o “Roberto Moroni”. Per quanto riguarda la sua famiglia, sappiamo che si è sposato nel 2009. Il nome di sua moglie, però, non è noto. Nello stesso anno, è diventato padre di due gemelli: Dante ed Ulisse.

Negli scorsi mesi, in un’intervista per il Corriere della Sera, il cantante ha parlato per la prima volta del disturbo del figlio Dante, affetto da autismo. Elio ha raccontato del calvario che ha dovuto affrontare insieme alla sua famiglia per avere la giusta diagnosi e delle difficoltà nel trovare una terapia adatta.

“Ci dicevano che bisognava aspettare i tre anni. Ma già a un anno i segnali possono essere tanti” ha spiegato l’artista, che è riuscito ad avere la diagnosi del disturbo di Dante solamente con un confronto con Ulisse, in particolare per quanto concerne lo sviluppo cognitivo.

Proseguendo, Elio ha affermato che nelle scuole italiane mancano ancora le competenze adatte per assistere i bambini affetti da autismo. “Esiste una terapia comportamentale che aiuta ragazzi e ragazze autistici a essere inclusi e costruirsi le armi per vivere una vita autonoma ed indipendente” ha spiegato.

Nel frattempo, Dante sta crescendo e sta dimostrando di essere un ragazzo molto determinato. Il figlio del cantante, infatti, è intervenuto sul palco del “Concertozzo” di Elio e le Storie Tese la scorsa settimana. Si è presentato alla folla per poi dichiarare: “Sono autistico e ne vado fiero”. Infine, ha invitato tutti ad avere rispetto delle persone autistiche, concludendo con una citazione famosa: “Perché la terra dei cachi è la terra dei cachi”.